La domanda è provocatoria visto la tendenza di concentrare la maggior parte delle risorse sui paid media. Una scorciatoia che sul medio termine rischia di essere controproducente. Una scelta che non sempre è quella corretta, specialmente in un mercato che continua a crescere e in cui la cura dei contenuti potrebbe aiutarti a fare la differenza.

Investire nella SEO non solo è ancora necessario, ma può rappresentare la chiave di volta per il successo della tua strategia digital. Analizziamo insieme quanto concentrare una parte delle proprie attenzioni sul traffico organico del proprio sito.

Paid Media: aumento degli investimenti, maggiore concorrenza

Per comprendere al meglio quanto possa essere strategicamente intelligente investire nella SEO è utile partire da quanto oggi possa essere competitivo il mercato dei paid media che naturalmente comprende anche le attività di Search Engine Marketing. Gli ultimi dati relativi all’internet advertising per l’Italia hanno stimato un investimento nel 2021 di 3,9 miliardi di euro, superando per la prima volta la spesa pubblicitaria televisiva. Nel mondo una ricerca di PwC Italia sulle prospettive del mercato dell’internet advertising fino al 2025 prevede che si arriverà a un investimento mondiale fra quattro anni di 487,9 miliardi di euro, con una crescita quinquennale del 7,7%. Cosa significano questi numeri? Che la concorrenza sarà sempre più alta, il CPC è in costante aumento, e che quindi è fondamentale costruire una strategia curata nei minimi dettagli per emergere e fare la differenza.

Fare la differenza attraverso la SEO

Una delle modalità a disposizione dei marketers per attirare traffico verso il proprio portale eCommerce è investire nella creazione di contenuti di qualità. Come saprai sicuramente le attività di SEO hanno come obiettivo la rilevazione da parte dei motori di ricerca per preservarne o migliorarne il piazzamento nella SERP. È una delle modalità attraverso cui incrementare il traffico organico del tuo sito. In un contesto sempre più competente e competitivo, lavorare sulla user experience già dalla fase di ricerca è un aspetto sempre più importante della nostra strategia. Per questo in Boraso non parliamo di Search Engine Optimization ma di Search Experience Optimization. Farsi trovare nel momento in cui una persona cerca qualcosa online anche senza dover investire dal punto di vista pubblicitario è utile che diventi uno degli obiettivi da porsi.

La lealtà non è acquistabile

Per noi di Web Style Studio il Conversion Marketing non è in alcun modo ascrivibile solo all’ambito paid. Si tratta di un lavoro che ha come obiettivo la messa in campo di una strategia omnicanale capace di generare conversioni da ovunque esse possano arrivare.  Per questo riteniamo fondamentale curare la Serch Experience Optimization creando una sinergia fra ogni aspetto, compresi SEO e SEM. La nostra esperienza ci porta a dire che nel momento in cui assumiamo come fondamentale per il raggiungimento di risultati concreti e misurabili la relazione che instauriamo con i clienti allora è evidente che una seria data analysis debba anche portare alla realizzazione di un ecosistema di contenuti validi per le persone che si rivolgono alla tua azienda. Ma quando parliamo di SEO parliamo solo di contenuti scritti che aiutano il nostro sito a indicizzarsi?

Tutti i passaggi per una strategia SEO ben strutturata

Ancora oggi troppi pensano che costruire una strategia SEO significhi esclusivamente scrivere contenuti che abbiano determinate caratteristiche o, al più, ottenere backlink di qualità. Niente di più lontano dalla realtà. Se vuoi concentrare la tua attenzione sulla SEO per migliorare le performance del tuo eCommerce nel 2022 sono almeno quattro gli aspetti da curare:

  1. Realizza un SEO audit per definire la strategia. Le attività di SEO non s’improvvisano. Svolgi un’analisi approfondita per individuare i problemi da risolvere e le modalità attraverso cui farlo.
  2. Lavora in front-end e in back-end per eliminare ogni ostacolo di navigazione all’utente. L’algoritmo dei motori di ricerca non lavora esclusivamente sul livello testuale. Velocità del sito, adattamento ai differenti device, UX, sicurezza della piattaforma concorrono al posizionamento nella SERP del tuo eCommerce.
  3. Realizza i contenuti. Ora che hai tutti gli elementi puoi impegnarti nella realizzazione di contenuti SEO oriented.
  4. Analizza gli analytics. Monitora l’andamento del traffico organico e implementa la tua strategia sulla base dei dati che raccogli.

Conclusioni

Nella definizione di una digital strategy di un eCommerce è ancora oggi fondamentale strutturare una strategia SEO approfondita per integrare attraverso contenuti di qualità gli investimenti realizzati con le attività pubblicitarie e per costruire una relazione sempre più fidelizzante con i tuoi clienti offrendo loro contenuti di qualità in linea con la brand identity della tua azienda.