Come saprai sicuramente Google ha annunciato la chiusura dell’attuale versione Analytics Universal che dal 2023 non sarà più in grado di raccogliere dati, in favore di google analytics 4, già attiva e a disposizione dei marketers. Aspettare l’anno prossimo per effettuare il passaggio potrebbe comportare grosse problematiche per la tua azienda. Ecco perché conviene iniziare prima possibile a raccogliere i dati del tuo sito con GA4.

Esiste una strategia perfetta per ottenere il successo commerciale nel momento in cui si lancia un eCommerce? La risposta a questa domanda è no, non esiste. Nel contesto attuale non è più corretto avere una visione “a silos”, pensando in modo separato a ERP, CMS, PIM, CRM e hosting senza pianificare una strategia complessiva. Come fare allora per strutturare e realizzare un progetto online che porti a consolidare nel più breve tempo possibile il proprio posizionamento online? Innanzitutto, ponendosi una serie di domande, ecco la nostra check list.

La gestione del prodotto

Dal nostro elenco di domande alle quali è indispensabile rispondere per non farsi trovare impreparati, iniziamo ad approfondire quelle che riguardano il prodotto.

  1. Ho tutte le informazioni che servono? Per creare schede prodotto performanti è indispensabile raccogliere preventivamente tutte le informazioni.
  2. Dove sono? Per organizzare al meglio il lavoro serve strutturare le informazioni così che possano essere trovate e gestite nel modo più semplice possibile. Basta un file o conviene orientarsi verso soluzioni più strutturate come un ERP o un gestionale?
  3. Come verranno caricati nell’eCommerce? Anche questo è un aspetto da verificare prima di partire. Hai pochi prodotti che caricherai manualmente o hai la necessità di utilizzare un sync automatico che dialoghi per esempio con un Product Information Management?
  4. Che tipo di prodotto vendi? Il tuo prodotto è semplice, configurabile o bundle?

Gli utenti a cui ti rivolgi

Mettere esclusivamente al centro il prodotto è un errore. Come nella comunicazione, affinché sia efficace, è fondamentale prestare grande attenzione per il destinatario del messaggio. Sei sicuro di conoscere i tuoi Clienti?

  1. B2C o B2B? Il primo grande bivio che ogni eCommerce deve affrontare. I tuoi prodotti sono destinati al mercato del consumatore finale o alle aziende?
  2. Quali sono i mercati a cui guardi? Banalmente, se vuoi rivolgerti a un mercato estero, hai già strutturato il servizio affinché sia multilingua?
  3. Dove sono le anagrafiche utenti? Non c’è progetto eCommerce che possa partire con il piede giusto senza che sia chiaro il processo delle anagrafiche dei Clienti. Hai già scelto il tuo gestionale? Oppure hai optato per una soluzione CRM?

Ok, il prezzo è giusto

Se pensi che il prezzo sia un elemento irrilevante, o rilevante solo per quel che riguarda l’aspetto commerciale e di marketing, dovrai ricrederti. Sono diversi gli aspetti da monitorare per evitare carrelli abbandonati e ostacoli di tipo gestionale.

  1. Ti serve un sito con differenti valute? Come per lingua, nel caso il tuo eCommerce si rivolga anche a utenti di Paesi esteri, hai già previsto l’attivazione di schede prodotto con multivaluta?
  2. Dove sono i prezzi? Hai fatto una ricerca fra i competitor per valutare dove posizionare il prezzo dei prodotti affinché la piattaforma produca il maggior numero di conversioni possibili?
  3. Quante aliquote IVA? Ti sei accertato che i prodotti che proponi sulla tua piattaforma siano assoggettati allo stesso regime fiscale?
  4. Come aggiorni i prezzi? Hai strutturato un processo chiaro per la modifica dei prezzi? Anche in questo caso, hai valutato le implicazioni del farlo manualmente o in modo automatico?

Ho una promozione per te

Dal punto di vista del marketing le offerte commerciali sono una delle leve più efficaci per incrementare le vendite. È opportuno anche in questo caso avere le idee chiare prima di mettere online la piattaforma.

  1. Vuoi proporre special price? Hai già strutturato un business plan che preveda la possibilità di proporre prezzi speciali ai Clienti senza azzerare i margini di guadagno? Hai pensato a che tipo di promozioni attivare e con quale obiettivo?
  2. Vorresti offrire coupon ai tuoi Clienti? Le scontistiche devono essere gestite senza creare un eccessivo aggravio di lavoro da un lato e dall’altro portando risultati in termini di conversioni e acquisizione dati. Sei già in grado di monitorare gli accessi legati a specifici codici sconto?

Check

Avere un’attenzione specifica per la fase di checkout del Cliente ti aiuterà a ridurre sensibilmente la percentuale di carrelli abbandonati. Per questo è fondamentale in fase di progettazione anche tutto ciò che riguarda i metodi di pagamento.

  1. Quale metodo di pagamento si adegua meglio al tuo business? Quali sono i metodi di pagamento che meglio si adattano alla Clientela verso cui mi rivolgo e alle esigenze che riguardano, per esempio, la necessità di gestire valute diverse?
  2. Quale gateway? Fra i tanti servizi disponibili online qual è quello che per il mio business offre il miglior rapporto qualità-prezzo?

In viaggio verso il Cliente

Non serve spiegare la ragione per cui affrontare capillarmente le questioni che riguardano le spedizioni dei prodotti ai Clienti sia di fondamentale importanza per chi gestisce un eCommerce. Dal momento del checkout infatti è fondamentale avere ben chiaro cosa succede fino a quando il pacco arriva nelle mani di chi lo ha acquistato.

  1. Quali partner scegliere? La scelta del vettore (o dei vettori) con i quali collaborare è centrale, sia per quel che riguarda i prezzi, sia per la qualità del servizio (per esempio la tempestività con cui viene aggiornato il tracking).
  2. Come calcolare le spese di spedizione? Nel tuo piano finanziario hai studiato come gestire il tema delle spese di spedizione? Hai delle regole fisse con le quali riesci a calcolarle?
  3. Hai pensato alle giacenze? Come prevedi di allineare le giacenze alla disponibilità dei prodotti in piattaforma? Anche in questo caso, hai valutato i costi, anche in termini di tempo necessario, per svolgere questa attività manualmente o attraverso un sistema automatico che colleghi magazzino e piattaforma?
  4. Come passerai gli ordini alla logistica? Hai già individuato gli strumenti per rendere la comunicazione lineare affinché non vada perso nemmeno un ordine e in modo che anche le situazioni di criticità possano essere gestite al meglio?

Non è finita finché non è finita

Riveste un ruolo centrale anche la gestione dell’ordine che va strutturata in processi predeterminati.

  1. Come gestisci gli ordini? Hai un volume di acquisti che ti consentirà d’inserirli manualmente o ti servirà una sincronizzazione con un gestionale?
  2. Come passerai il tracking code all’eCommerce? Ogni cliente si aspetta di poter seguire l’iter della sua spedizione. Hai già pensato alla modalità con cui potrai segnalargli il link?

Conclusioni

La strategia predeterminata ideale per il successo di un eCommerce non esiste ma si può creare avendo cura di analizzare ogni aspetto che riguarda il lancio di una piattaforma, anche quelli che spesso, purtroppo, non vengono presi in considerazione. Farsi le domande giuste aiuterà a cercare le risposte più adeguate al proprio modello di business e a garantire risultati e conversioni.